I Diversamente Comici arrivano a Genova!

Grazie all’associazione culturale Lunaria, che da tempo ridà vita a piazza San Matteo organizzando spettacoli teatrali, tornano a Genova i Diversamente Comici, il duo teatrale composto da Giuditta Cambieri e Francesco  D’Amico, che presenterà lo spettacolo “Se mi ami fammi un segno… ho finito le pile!”.

Basta fare un giro su youtube per accorgersi che il divertimento è assicurato, ma cercherò comunque di parlarne un po’.

Intanto, per chi non li conoscesse, parte della “diversità” del gruppo sta nel fatto che Francesco è sordo dalla nascita. Può leggere le labbra e parlare in italiano (non a caso il vecchio termine “sordomuto” sta venendo finalmente sostituito con il più veritiero “sordo”), ma la lingua che gli è più naturale, e che usa durante tutto lo spettacolo è la Lingua dei Segni Italiana, LIS (che Giuditta gentilmente ci traduce, evitando di escludere quegli udenti che non la hanno ancora imparta).

Da che mondo è mondo, ci sono due modi di scherzare sul diverso (che si tratti differenza di etnia, di religione, di preferenze sessuali o del fisico): quello di chi vuole solo insultare e a cui piace ridere della sofferenza altrui, ghettizzante, che svilisce sia chi viene deriso che chi ride, e quello che invece accoglie tutti, esalta la diversità in senso anche positivo ed è forse il più forte mezzo di integrazione esistente. Perché, si sa, gli esseri umani, quando sono di buon umore, sono molto più inclini a cercare di comprendere gli altri. È inutile dire che l’umorismo dei Diversamente Comici è di questo secondo tipo, ma è bene ricordare che questa differenza esiste.

Grazie all’unione efficace di segni e voce, lo spettacolo non solo riesce a raggiungere tutti, ma esalta ancor di più la ricchezza che può nascere dalla diversità. Con la forza della loro comicità e del loro rapporto col pubblico, estremamente diretto, Giuditta e Francesco riescono a parlare della vita di tutti i giorni senza mai cadere nel banale, dimostrando ancora una volta come con il sorriso si riesca a trasmettere molto di più e meglio che con qualsiasi altro mezzo.


“Se mi ami fammi un segno… Ho finito le pile!” gira attorno alla vita della coppia, piena di incomprensioni, gaffes, e molto altro. Anche se molte delle situazioni verranno facilmente riconosciute da chi, più o meno direttamente, ha avuto a che vedere con la sordità e i sordi (e divertiranno certamente anche chi non è mai entrato in contatto con questo mondo), non si tratta di una coppia di alieni con tematiche del tutto diverse da qualsiasi altra coppia: i temi trattati non solo sono comprensibili a tutti, ma anche vicini a tutti.

Per finire, vi mostro un video di presentazione del duo comico, con anche qualche stralcio di intervista… Per spezzoni di spettacoli dei Diversamente Comici, basta una ricerca su youtube. Nel video qui sotto ci sono poche frasi in italiano che non sono accompagnate da una traduzione in LIS o da sottotitoli, mi permetto di trascriverle sotto (non trascrivo le frasi che sono accompagnate da segni):

(00:10)Francesco: “Io sono nato sordo. Vivo con una famiglia… sordi, anche udenti, tutti e due.”
(00:20)Giuditta: “Io e Francesco, praticamente, ci siamo conosciuti perché io ero la sua insegnante di recitazione a Cinecittà, e lui era l’unico sordo in una classe di udenti. È stato un incontro meraviglioso perché mi sono accorta che era un bene aggiunto alla classe”
(00:30)Giuditta: “Siamo un duo comico. Facciamo cabaret, questo cabaret è particolare per sordi e udenti.”
(01:00)Francesco: “Posso anche parlare, però il modo di esprimere è tutto diverso, perché intanto per esprimere naturalmente. Invece io, sordo, mi esprimo molto meglio con la lingua dei segni, perché è più diretto, più naturale.

Ricapitolando, l’appuntamento è il 19 luglio in Piazza San Matteo (Genova), con i Diversamente Comici e il loro spettacolo ” Se mi ami fammi un segno…ho finito le pile!”. Non perdetevelo!

Biglietto di ingresso a €12 intero e a €10 ridotto (per under 26, over 65, tessera invalidità).
Il prezzo per i soci dell’ENS è di 10 euro .

Pagina di facebook a sostegno dell’evento

Per informazioni rivolgersi a Lunaria Teatro
tel/fax: 010 2477045 – 010 2543450
email:  info@lunariateatro.it
www.lunariateatro.it

Share/Bookmark