Barbarie in biblioteca

Qualche giorno fa, mio padre è andato in biblioteca per cercare un libro di Storia della Fisica… Devo fra poco dare un esame di questa materia, e mio padre voleva farmi una sorpresa.

Lo trovo sulla mia scrivania. Un libro meraviglioso, copertina rigida, stampato 6 anni fa. Piacevole già al tatto, da sfogliare, da leggere. Inizio a guardare diverse cose del libro, quando ecco arrivare lo shock: mancano 120 pagine, brutalmente strappate.

Si potrebbe dire che non sono quelle che mi servono, quindi non ho effettivamente subito nessun “danno”… Ma mi sono sentita così male!

Sono il genere di persona che ha difficoltà persino a fare segni a matita su un libro (per non parlare di fare le “orecchie” alle pagine). Qualche mese fa ho sgualcito senza volere una pagina di una vecchia raccolta di fantascienza russa e mi sono sentita male per settimane. Pensate quale è stata la mia reazione a questo scempio!

E tutto questo perché? Perché qualcuno non aveva voglia né di prendere appunti, né di fare delle fotocopie (illegali, ma che almeno non avrebbero danneggiato nessuno).

L’intero capitolo sulla corrente elettrica è stato asportato strappando le pagine, come potete vedere dalla fotografia (potete cliccarla per ingrandire l’immagine, se non vi fa già abbastanza orrore così).

Share/Bookmark